Arte Urbana nei Borghi Italiani

L’arte urbana è diventata ormai a tutti gli effetti uno strumento importante di rigenerazione e riqualificazione delle realtà urbane.
Allo stesso tempo viene usata sempre più spesso come strumento di valorizzazione dei borghi più piccoli e meno conosciuti, che attraverso la realizzazione di queste opere d’arte a cielo aperto possono godere di una rivalutazione turistica.
Da nord a sud Italia, molti piccoli borghi hanno investito nella street art avviando progetti e festival che in alcuni casi hanno raggiunto il ventennio di esistenza.

Il Parco di Scultura di Villa Glori a Roma

Il Parco di Scultura di Villa Glori è il primo esempio a Roma di giardino pubblico con sculture.
Nato nel 1997 grazie al progetto “Varcare la Soglia”, è divenuto un allestimento permanente ancora oggi visitabile, seppur non integralmente.
Un progetto artistico nato per rompere quel limite fondato su pregiudizi, creatosi in seguito all’insediamento nel casale del parco della Casa Famiglia per malati di Aids. Un invito a riflettere sui temi dell’emarginazione e del rifiuto delle diversità.

Le Voyage à Nantes: arte lungo la linea verde

Le Voyage a Nantes è il progetto turistico nato per promuovere l’arte e la cultura della città di Nantes: una linea verde di 12 km unisce fisicamente i punti di interesse artistico della città con installazioni d’arte appositamente create di anno in anno.
Lo scopo è quello di creare una sorta di museo diffuso permanente, che unisce centro e periferia, rinnovato annualmente con nuove opere d’arte e installazioni urbane.

Torna in alto