ROMA E DINTORNI

Realtà Virtuale e turismo: l’esperienza di VR Back to the Past

realtà virtuale e turismo

La realtà virtuale ha conosciuto negli ultimi anni una vasta applicazione nel settore dei beni culturali e del turismo. Se non ne hai mai sentito parlare, mi riferisco a quelle esperienze realizzate con l’utilizzo dei visori che permettono di fare un viaggio immersivo in un mondo o epoca “parallela”, completamente ricostruita.
Intervista a Serena Pascoli, manager di VR Back to the Past, progetto operativo a Roma e Lazio, che ha saputo coniugare la realtà virtuale al turismo.

Klimt. La Secessione e l’Italia – la mostra a Roma

Klimt mostra Roma 2022

Roma ospita fino al 27 marzo 2022 la grande mostra dedicata a Gustav Klimt e al suo legame con l’Italia.
Nelle sale di Palazzo Braschi sono esposte opere dell’artista viennese e degli artisti della sua cerchia, con un’attenzione particolare ai legami con l’Italia.
Dell’Italia Klimt amò in particolar modo i mosaici di Ravenna e Venezia, partecipò due volte alla Biennale, e fu uno dei protagonisti dell’Esposizione Internazionale di Roma del 1911.
L’oro dei mosaici bizantini ha sicuramente influenzato la sua arte ma, allo stesso tempo, la sua importante produzione ha creato una vera e propria tendenza nell’arte italiana degli anni immediatamente precedenti la Prima Guerra Mondiale.

Tour virtuali e percorsi multimediali per scoprire la Roma Antica

Roma antica realtà aumentata

La realtà virtuale e i percorsi multimediali sono ottimi strumenti per fare un vero e proprio viaggio nel passato e poter vivere, quasi in prima persona, alcuni aspetti della vita quotidiana delle epoche passate.
A Roma queste proposte alternative di fruizione del patrimonio archeologico sono sempre più presenti.
Ecco una selezione delle visite virtuali più interessanti per scoprire la Roma Antica.

Musei gratis (o quasi) a Roma

Musei gratis a Roma

Musei e siti archeologici di Roma ad ingresso (quasi) gratuito.
Come ottenere la MicCard dei Musei Civici di Roma e la Mia Appia Card. Le due tessere annuali che permettono ingressi illimitati in alcuni dei principali musei e siti archeologici di Roma.

Street Art a Roma: i quartieri da non perdere

street art a Roma: i quartieri da non perdere

La street art a Roma si sta affermando sempre di più come strumento di espressione artistica e comunicativa.
Lo sviluppo maggiore è avvenuto nel corso dell’ultimo decennio, ma le basi si erano poste già in tempi non sospetti. Sulla scia delle altre città europee, anche a Roma la street art nasce come forma espressiva illegale e non riconosciuta dalle istituzioni, per arrivare all’attuale riconoscimento nel sistema dell’arte.
Dall’Ostiense, al Quadraro, fino al Tufello, ecco una selezione di quartieri della capitale da non perdere nel 2021 se sei appassionato di street art.

Il Museo delle Mura di Roma

Museo delle Mura di Roma

Il Museo delle Mura di Roma, ad ingresso gratuito, permette di percorrere un tratto delle antiche mura difensive fatte costruire dall’Imperatore Aureliano nel III secolo d.C.
Si entra dalla porta di San Sebastiano, affacciata sulla via Appia Antica, per accedere non solamente al camminamento di ronda, ma anche ad una bella vista a 360 gradi sulla città, che spazia dalla Basilica di San Giovanni fino ai Castelli Romani.

Il Parco di Sculture di Villa Glori a Roma

parco di sculture di Villa Glori a Roma

Il Parco di Scultura di Villa Glori è il primo esempio a Roma di giardino pubblico con sculture.
Nato nel 1997 grazie al progetto “Varcare la Soglia”, è divenuto un allestimento permanente ancora oggi visitabile, seppur non integralmente.
Un progetto artistico nato per rompere quel limite fondato su pregiudizi, creatosi in seguito all’insediamento nel casale del parco della Casa Famiglia per malati di Aids. Un invito a riflettere sui temi dell’emarginazione e del rifiuto delle diversità.