Basilica San Pietro tour privato

ESPERIENZA: PASSEGGIATE IN CITTÀ

TEMPO CONSIGLIATO: 1h30

INFORMAZIONI: essendo un luogo di culto è richiesto un comportamento rispettoso del luogo.

Abbigliamento: spalle coperte e gambe coperte fino alle ginocchia.

Per accedere bisogna passare i controlli di sicurezza con i metal detector, per cui non possono essere introdotti oggetti in vetro e contundenti, nemmeno coltellini da campeggio.

Il tempo di attesa ai controlli di sicurezza potrebbe influire sulla durata della visita.

Le radio per l’ascolto della guida sono obbligatorie a partire da 5 persone.

ACCESSIBILITÀ: la Basilica è facilmente accessibile a persone su sedie a rotelle. Non sono accessibili invece le Tombe dei Papi nella cripta e la Cupola.

I passeggini non possono essere introdotti dentro la basilica, per cui vanno obbligatoriamente lasciati al guardaroba all’ingresso.

CONTATTI: claudia@artwanderlust.com

Servizio prenotabile dal martedì alla domenica. Gruppi fino a 20 persone.

La Basilica di San Pietro sorge sul luogo che è tradizionalmente riconosciuto come la sepoltura dell’apostolo Pietro, martirizzato nel 67 d.C. crocifisso a testa in giù nei pressi del Circo di Nerone.

Da una piccola edicola funeraria, a partire dal IV secolo, si inizia a costruire la prima chiesa, in seguito all’Editto di Milano emanato dall’Imperatore Costantino, che dava finalmente la libertà di culto ai cristiani.

Il maestoso aspetto attuale della Basilica si deve ai lavori iniziati a partire dal 1506, quando papa Giulio II mise in essere il cantiere della nuova basilica che, oltre ad ampliare la precedente, ha comportato la dispersione di una buona parte delle più antiche decorazioni medievali.

Iniziò così la lunga costruzione della nuova Basilica di San Pietro, che arrivò fino al Settecento.

Numerosi sono gli architetti a capo del cantiere: Bramante, Raffaello, Antonio e Giuliano da Sangallo, Michelangelo, Giacomo della Porta, Carlo Maderno, fino a Gian Lorenzo Bernini, al quale si deve anche la sistemazione della piazza con il grande colonnato che accoglie i fedeli.

Entreremo dentro la Basilica, dove avremo modo di osservare il grande patrimonio in essa conservata, come la Pietà di Michelangelo e il Baldacchino dal Bernini, sopra l’altare maggiore.

Noteremo anche la grande estensione dei mosaici che decorano le cupole internamente, fino alle riproduzioni a mosaico delle numerose pale d’altare.

Il mosaico ha un ruolo talmente importante nell’apparato decorativo della Basilica di San Pietro, che nel 1727 venne istituito il permanente Studio del Mosaico Vaticano, ancora oggi esistente.

Suggerimento

Non perderti la vista migliore in assoluto di Roma dalla Cupola di San Pietro.

Potrai salire autonomamente alla fine della visita, salendo a piedi tutti i 551 scalini; oppure puoi acquistare la salita con ascensore fino alla terrazza, per poi proseguire a piedi per circa 320 scalini fino alla cima. Consulta le informazioni su orari e costi.

    TORNA ALLA CONSULTAZIONE DEGLI ITINERARI